Vai al contenuto

InCrisiLegal

Ristrutturazione dei debiti del consumatore familiare approvato, due pensionati salvati dal pignoramento

  • di

Quando si parla delle metodologie per affrontare le situazioni di sovraindebitamento, circolano opinioni di vario tipo, esponendo a possibili inconvenienti coloro che non si rivolgono a esperti qualificati in questo campo. La legislazione che regola la gestione delle crisi ha attraversato significative evoluzioni nel tempo, culminando nell’adozione dell’attuale Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza (CCII). In un caso trattato dai professionisti del dipartimento InCrisiLegal di studio, siamo stati incaricati di assistere una coppia di pensionati che si trovava in una situazione finanziaria particolarmente precaria. La loro principale, e unica, fonte di reddito derivava dalla pensione di uno dei due, la quale era già gravata da una serie di oneri: una cessione del quinto, un pignoramento in atto, e un’emergente minaccia di espropriazione dell’unico immobile di proprietà. Quest’ultimo era stato acquistato dopo anni di sacrifici e completamente pagato, rappresentando dunque un bene di fondamentale importanza per loro. Il punto di svolta, che ha complicato ulteriormente la loro situazione, è stato l’impegno preso dal marito a garanzia di un mutuo contratto dal figlio attraverso una fideiussione. La decisione era stata presa con fiducia, basandosi sulla stabilità finanziaria del figlio e sulla sua capacità di far fronte alle rate del mutuo secondo il piano di ammortamento concordato. Tuttavia, tra il 2014 e il 2015, il figlio ha perso il lavoro e, di conseguenza, la sua capacità di onorare gli impegni finanziari è venuta meno. La situazione ha portato alla perdita dell’immobile, che è stato sequestrato e venduto all’asta giudiziaria dalla banca mutuante, a causa dell’impossibilità di continuare a pagare il mutuo. Questo scenario ha portato i nostri clienti, già vulnerabili a causa della loro limitata situazione economica, ad affrontare ulteriori difficoltà e incertezze, mettendo a rischio non solo la loro stabilità finanziaria ma… Leggi tutto »Ristrutturazione dei debiti del consumatore familiare approvato, due pensionati salvati dal pignoramento

Perizia di concessione del mutuo: cosa fare se c’è un errore

  • di

L’acquisto di una nuova casa è sempre una grande emozione, sfogliare cataloghi, osservare siti internet, confrontarsi su quale sia la soluzione migliore ed infine trovarla, la casa perfetta, quella dei propri sogni. Ed anche se sembra molto complicato sceglierne una adatta, la cosa più lunga ed articolata, arriva proprio nel momento in cui c’è da concretizzare l’acquisto, i rapporti con le banche non sono mai così semplici e per richiedere un mutuo ci vuole tempo e molta attenzione. Prima di richiederlo occorre valutare il proprio reddito, essere sicuri di poter procedere e determinare la disponibilità mensile. Ma all’istituto di credito non basta essere sicura che voi possiate saldare il debito, vuole anche fare un perizia per avere una valutazione sull’immobile e capirne il suo effettivo valore. Anche se sembra inutile, questa operazione per chi elargisce il mutuo, è fondamentale per capire l’effettivo valore della casa ed essere sicura che la cifra richiesta per il mutuo verrà utilizzata solo per l’acquisto dell’immobile e non per altre operazioni.Per effettuare la perizia l’istituto di credito si impegna a nominare un perito che in base a paramenti stabiliti in precedenza, compirà una valutazione dell’immobile oggettiva ed imparziale. Per avere un valore effettivo la perizia deve anche contenere tutta la storia catastale dell’immobile e tutti i documenti ufficiali della proprietà. Fortunatamente i tempi della valutazione non sono troppo lunghi, vanno dai cinque ai qualche settimana. Capita però, a volte che ci siano degli errori nella perizia, magari una valutazione più bassa perché non sono stati calcolati ed inseriti nella documentazione elementi fondamentali della casa, come il giardino o il porticato, oppure numeri catastali mancanti o errati. Ritrovarsi in questa situazione e capire come risolverla è davvero complicato, per prima cosa è possibile richiedere una copia… Leggi tutto »Perizia di concessione del mutuo: cosa fare se c’è un errore